#single-post .share_buttons { display: none; }

Come entrare in contatto con gli Angeli – Parte I

Spesso mi viene chiesto come è possibile entrare in contatto con gli Angeli.

Amo questa domanda perché rivela l’anelito umano verso il divino nascosto dentro ad ognuno di noi. Questo anelito è il primo passo per aprirsi a ciò che di invisibile ci guida e ci sostiene in questa vita. Anzi, meglio, a ciò che rende possibile questa vita.

L’apertura al divino è l’anello mancante nella catena evolutiva dell’essere umano. E per apertura al divino intendo la capacità di abbracciare l’idea, o meglio la consapevolezza, che qualcosa di più grande di noi permea ogni attimo della nostra esistenza.

Questa consapevolezza è ciò che ci può salvare, sia come individui che come collettivo. Questo cambiamento interiore che ci permette di aprirci al divino che è in noi è “il salvatore” che stavamo aspettando. Come vedete non c’è niente dall’esterno che “ci salva”. La salvezza proviene da un cambiamento del nostro paradigma interiore. Angeli, Maestri, Guide Spirituali, Esseri di Luce possono aiutarci in questo, ma siamo noi a dover attuare la rivoluzione interna che ci salverà.

Se ti stai ponendo questa domanda, ne sono molto felice perché significa che ti stai affacciando sulla soglia della tua divinità, al di là delle tue credenze religiose o etiche o morali.

Per dare una risposta a questa bella domanda ho deciso di scrivere due articoli: questo che leggi che viene dalla mia mente inferiore, da ciò che ho sperimentato in prima persona, da quello che ho letto e ascoltato e imparato negli anni.

Nel secondo articolo invece, Come entrare in contatto con gli Angeli – Parte II, trascriverò un messaggio ricevuto dagli Angeli in relazione alla domanda stessa. Noterete la differenza tra i due articoli 🙂

Un cuore puro è la porta per entrare in contatto con gli Angeli

Ciò che è indispensabile per entrare in contatto con il reame angelico – così come con gli Esseri di Luce in generale – è l’apertura del cuore. Il cuore è la via e la porta che ci permette di toccare l’invisibile accanto a noi. Il cuore è vuoto, silenzio e pace e qui è possibile creare quello spazio in cui le dimensioni si avvicinano e a noi terrestri, appartenenti alla terza dimensione, è consentito sfiorare, ascoltare o vedere gli esseri che vibrano in dimensioni superiori.

Ti svelerò un segreto: gli Angeli sono sempre accanto a noi ma di solito non siamo in grado di percepirli perché vibrano ad una frequenza diversa. Sono accanto a noi, nello stesso spazio, ma ad una frequenza differente a cui nella nostra normalità non è possibile accedere.

Sta a noi, grazie alla nostra consapevolezza e crescita interiore, arrivare a quel punto in cui le dimensioni si toccano e le porte dell’invisibile si aprono per noi.

Quando Gesù diceva «Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio» (Mt 5, 8) , intendeva proprio questo. Un cuore puro può accedere al mondo della Luce.

Poco sopra ho parlato di “apertura del cuore” e il significato è lo stesso: un cuore aperto, un cuore puro è la chiave indispensabile per entrare in contatto con gli Angeli.

Ci sono diversi motivi per cui questo insegnamento che ci viene trasmesso da millenni è valido.

Il cuore – e naturalmente qui si parla del nostro cuore spirituale – ci dà la fiducia e la fede necessarie per aprirci a qualcosa di più grande di noi e soprattutto di misterioso.

Perché il tentativo della mente di proteggerci dall’invisibile è fallace

La mente, per come è stata progettata, è quella parte di noi che mette in atto strategie volte alla sopravvivenza del nostro sistema psico-fisico. Tutto ciò che per la mente rappresenta un pericolo, reale o potenziale, viene segnalato con bandierine rosse e segnali acustici tipo allarmi.

Appena ci avviciniamo a qualcosa che non capiamo – di misterioso appunto – ecco che la mente si attiva per proteggerci e mette in moto tutto un arsenale fatto di dubbi, perplessità, filtri, negazioni che hanno lo scopo di tenerci lontani dal pericolo supposto.

Ora, devo essere onesta. In effetti nel mondo dell’invisibile ci sono Esseri di Luce che ci amano e ci sostengono ma anche esseri viscidi, di bassa vibrazione, che vogliono deviarci dal nostro cammino spirituale e farci vivere nella paura e nella menzogna. E così, è inutile girarci attorno.

Ma allora? Ha ragione la nostra mente a bloccare l’incontro con l’invisibile?

Direi proprio di no, anzi, al contrario conoscere l’invisibile e le sue regole ci può tutelare da entità energetiche che di certo non ci sono vicine per il nostro bene. Queste entità esistono e spesso agiscono su di noi anche se non ne conosciamo – o neghiamo – l’esistenza.

Allora cos’è che ci garantisce che stiamo entrando in contatto con gli Angeli e che siamo protetti invece da entità basse? Cos’è che ci protegge al di là dei dubbi e delle negazioni? C’è solo una risposta a questo: un cuore puro.

Un cuore puro ci rende inattaccabili e protetti

Un cuore puro ci mantiene in una vibrazione alta e ci rende invisibili o comunque inattaccabili da esseri che ci vogliono tirare giù energeticamente. Nello stesso tempo, un cuore puro rende possibile l’incontro con gli Esseri di Luce.

È così, semplice nella sua immensa verità.

Quindi la strategia della nostra mente di negare una realtà sottile che pur esiste, è una strategia fallace, che non solo non ci tutela ma anzi rischia di metterci in pericolo perché non ci fa considerare la presenza di entità basse.

Non spaventatevi! Il nostro cuore e la nostra luce interiore sono più forti di qualunque altra cosa. Niente ci può fare del male se il nostro cuore è pieno di Amore e Fede.

Fede nella Luce, al di là del nostro credo religioso. Non è importante il nome che diamo a ciò che è più grande di noi, possiamo anche semplicemente parlare di Vita o di Intelligenza Divina o Universale. Addirittura possiamo essere ancora più scientifici e parlare di Intelligenza Quantica.

Ciò che conta è dare spazio nella nostra vita a questa possibilità e riconoscere che esiste un’Energia che ci avvolge e ci sostiene, misteriosa e luminosa. Parte di questa energia luminosa è dentro di noi e la percepiamo quando entriamo in contatto con la pace interiore e la sensazione di essere avvolti da un Amore più grande senza nome.

Perché è così difficile “vedere” gli Angeli?

In questo spazio di apertura e di assenza di dubbi, possiamo entrare in contatto con gli Angeli. Questo accade con varie modalità a seconda della nostra natura e di ciò che è meglio per noi in quel momento.

Alcuni vorrebbero vedere gli Angeli ad ogni costo. Intendo dire vederli con gli occhi fisici. Questo desiderio molto comune nasce dal fatto che la nostra mente crede solo a ciò che vede.

In realtà la capacità di vedere gli Angeli, per ora, è presente solo raramente e questo per proteggerci. Molti di noi in verità si spaventerebbero incontrando l’invisibile con gli occhi fisici. L’impatto sarebbe troppo forte perché ci siamo allontanati troppo come collettivo umano da questa possibilità.

La mente, ma in questo caso anche la nostra anima, ci tutelano da esperienze che potrebbero essere persino traumatiche per noi. Per sostenere queste visioni occorre essere ben radicati e allineati con ciò che siamo. Occorre avere una grande fede in noi e nella vita per evitare di cadere in situazioni che potrebbero rivelarsi pericolose. La paura della follia è un rischio, così come c’è il rischio di uscire troppo dalla realtà fisica.

Ecco allora che gli Angeli si manifestano a noi in modo soft, ad esempio attraverso sensazioni di calore, carezze, improvvise emozioni positive. Oppure nei classici ritrovamenti di piume, cuori, numeri doppi o tripli e cose di questo genere.

Più intensifichiamo il dialogo con i nostri Angeli, più le loro manifestazioni nella nostra vita possono essere sempre più chiare e visibili.

Vedete quanto Amore c’è in questo? Tutto viene fatto per noi, per rispettare i nostri tempi e la nostra volontà. Loro ci accompagnano con Amore passo passo ma lasciano che siamo noi a scegliere con quale ritmo procedere e quale via intraprendere.

Se sei interessato ad intensificare il contatto con gli Angeli, puoi chiedere a Loro di aiutarti a farlo. Con certezza riceverai indicazioni al riguardo.

Nel frattempo quello che ti posso consigliare è di continuare, o cominciare se non l’hai ancora fatto, a lavorare coscientemente su di te per rendere il tuo cuore puro e permetterti così di avvicinarti sempre più al mondo della Luce.

Ti auguro il meglio per te e per la tua vita.

9 commenti

  1. Rosa Rita

    3 settimane fa  

    il calore è un fenomeno mistico. Cerchi le parole chiave anche su internet: mistica cristiana, fenomeni mistici, o consulti qualcuno che abbia competenze credibili su questo fronte del sapere teologico.


    • Alice Carnaghi

      3 settimane fa  

      ciao Rita, puoi chiarire meglio il tuo commento? Certamente il calore può essere un fenomeno mistico, non ho dubbi al riguardo avendolo sperimentato di persona. Più che mistico direi energetico, ad ogni modo penso intendiamo la stessa cosa. Comunque se mi spieghi meglio cosa intendi posso darti una risposta migliore.


  2. Dafne Arpaia

    8 mesi fa  

    io ho iniziato il percorso di avvicinamento “consapevole” agli angeli un po’ di tempo fa… li sento e chiedo loro consigli ed indicazioni. Ho sempre delle risposte. E’ come avere amici amorevoli invisibili. Li ringrazio quotidianamente per la loro presenza.


  3. anna nardi

    8 mesi fa  

    Io ogni volta che entro in una chiesa o un luogo spirituale ho delle vampate di calore ,cosa vuol dire


    • Alice Carnaghi

      8 mesi fa  

      Ciao Anna, immagino che la sensazione sia piacevole. Se è così, è un chiaro segnale che in quelle situazioni entri in contatto con l’energia di Luce e con la parte divina che c’è in te. Poiché è già facile per te farlo, l’invito è approfondire sempre di più l’esplorazione del divino intorno e dentro di te. Rendilo quotidiano, parte della tua vita di ogni giorno, eliminando quella falsa percezione di separazione che normalmente abbiamo. Buona esplorazione!


  4. Caterina

    8 mesi fa  

    Io ho perso un figlio di 23 anni sei mesi fa’. Sono sempre stata sensitiva.. Sento la sua voce che mi parla, sento gli angeli che cantano cori celestiali, mio figlio era un musicista e chitarrista bravissimo, sento le sue canzoni. Insomma nel dolore della perdita fisica.. l’anima del nostro Caro Igor e’ con noi, sempre ogni attimo, notte e giorno. Mi ha dato tantissimi consigli e avrei tantissime cose da raccontare. Una e’ questa. Mio figlio amava i gatti, per alleviare un po’ questo grande dolore della sua perdita.. Ci ha consigliato di adottare un micino, abbiamo seguito il suo consiglio.. Ebbene!! Al gattile il micio che lui ci ha consigliato era particolare, a detta anche degli operatori.. infatti dolcissimo!! E il nome che gli avevano dato era il titolo della canzone preferita, scritta da Igor” Flower” e non e’ finita qui’! Il gattino e’ nato a luglio quando e’ mancato Igor. Poi avrei mille altre cose da raccontare. Cordiali Saluti. CATERINA


    • Alice Carnaghi

      8 mesi fa  

      Cara Caterina grazie infinite per la tua testimonianza. Sono convinta che aiuterà molte persone a comprendere che la morte porta con sé solo un cambio dimensionale e che tra le anime c’è e rimane un legame d’amore che niente può dissolvere


  5. Marco

    9 mesi fa  

    Il mio Angelo è Yoliah


  6. Androne Jukneviciute

    9 mesi fa  

    Io ci credo fortemente in Angeli e lo percepisco chiaramente la loro vicinanza. Loro ( o meglio uno Angelo custode ) ci protegge dai avvenimenti negativi e pericolosi. Per non parlare di appunto manifestazioni classiche che lo conosciamo. Io ci parlo con il mio Angelo e ogni volta ringrazio per tutto il bello che mi porta…


Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco